Le pesche di nonna Antonia

Le ricette della Fattoria

Mia nonna le chiamava così, le pesche. Sono delle palline di pasta frolla ripiene di marmellata e ricoperte esternamente di alchermes e zucchero per farle assomigliare a delle pesche. Vista l’enorme quantità delle dosi pensiamo che la ricetta ritrovata sia pensata per le numerose famiglie dell’epoca.

Ingredienti

  • 800g di farina
  • 300g di zucchero
  • 1 bicchiere di olio
  • 6 uova
  • 1 pizzico di sale
  • marmellata di pesche
  • 2 bustine di lievito
  • 1 po’ di Marsala
  • 1 po’ di vino bianco secco
  • Alchermes
  • 1 bicchiere di latte

Procedimento

Unite farina, zucchero, sale e lievito setacciato, formate una fontana e mettete le uova, l’olio e il latte. Amalgamate il tutto fino a formare un impasto liscio, come quello della pasta frolla. Formate delle semi sfere con un buco centrale e mettete in forno a cuocere. Una volta cotte le bagnate l’interno delle semisfere con un misto di Marsala e vino bianco, che insieme danno quel gusto amarognolo della pesca. Riempite il buco con della marmellata di pesche e unite le due semisfere formando una pallina ripiena. Bagnate l’esterno con del Alchermes e spolveratelo di zucchero. Abbiamo seguito la ricetta tralasciando il vino e il risultato sembra ottimo!